Moto & Scooter, cosa fare prima di tornare in sella

Il caldo è tornato, così come la possibilità di viaggiare ogni giorno su due ruote. Prima di saltare in sella è però doveroso verificare il proprio mezzo: leggi questo articolo per scoprire 10 utili consigli.

Ripristinare la moto o lo scooter prima di tornare in sella è molto importante per iniziare la stagione in sicurezza, senza incorrere in brutte sorprese. In questo articolo vi proponiamo una serie di consigli utili su cosa verificare e su come farlo.

 

PNEUMATICI

Dalle ruote dipende la stabilità e la tenuta, nei veicoli a due ruote così come in quelli a quattro. E’ fondamentale pertanto verificarne lo stato prima di tornare in sella: la pressione, ad esempio, potrebbe variare dopo un lungo periodo di stop. Ripristinarla ai valori espressi dalla casa produttrice è infatti più che un accortezza.

Anche la condizione delle spalle delle gomme (i suoi fianchi laterali) è molto importante; in questo caso bisogna quindi controllare che non presentino crepe o screpolature. In tal caso si renderebbe necessario la sostituzione delle stesse. Per evitare che le gomme si deformino, inoltre, è utile spostare periodicamente la moto di qualche centimetro durante la fase di riposo, in modo che il peso del mezzo operi su più punti nell’arco dei mesi.

LIVELLO DELL’OLIO

Come prima cosa controllate che nell’apposito serbatoio del vostro mezzo ci sia una quantità sufficiente di liquido lubrificante. Quasi tutte le moto e tutti gli scooter hanno ormai una spia per segnalare la mancanza di olio, ma dopo un lungo periodo di fermo è bene controllare manualmente. L’olio reagisce bene al tempo e non dovrebbe rovinarsi in pochi mesi: è pero importante sostituirlo se lo stesso si presentasse troppo scuro o carico di sporcizia e frammenti.

LIQUIDO DEI FRENI

In questo caso il discorso è simile a quello affrontato poco fa per l’olio dei freni. Questa sostanza non si usura con pochi mesi ma, come per l’olio del motore, va cambiata se si presentasse troppo nera o marrone scuro.

PASTIGLIE DEI FRENI

La verifica delle pastiglie dei freni si opera tramite un’ispezione visiva: se controllandole doveste scoprire dei piccoli solchi sostituitele. Idem con i dischi, nel caso presentassero dei micro-ondulamenti.

IMPIANTO ELETTRICO

Prima di mettervi in moto è fondamentale controllare lo stato delle luci anteriori (sia anabbaglianti che abbaglianti) e posteriori (luci di posizione e stop).

TRASMISSIONE

Nel caso la vostra moto fosse dotata di trasmissione finale di tipo cardanico non si renderebbe necessaria una manutenzione particolare. Se la vostra trasmissione fosse invece a catena, come la maggior parte delle moto, sarebbe utile pulire la catena spennellandola con del gasolio per autotrazione (non usate la benzina!).

REVISIONE DELLA BATTERIA

Controllare la carica della batteria è un altro passaggio importante: nelle batterie classiche (non sigillate) basterà controllare la quantità di liquido presente nelle sue celle e, eventualmente, rimboccarle con dell’acqua distillata. Per quanto riguarda le batterie non sigillate, invece, si utilizza un caricatore elettronico (N.B. i mezzi di nuova generazione impiegano componenti a 12V, mentre quelli più datati utilizzano componenti a 6V).

LIQUIDO DI RAFFREDDAMENTO

Per verificare il livello del liquido di raffreddamento è bene utilizzare gli indicatori forniti dal costruttore del veicolo. Per il rabbocco, invece, bisogna utilizzare una miscela fatta di acqua demineralizzata e liquido per radiatori. Ti ricordiamo che tale liquido non si consuma con il tempo, ma deve comunque essere sostituito ogni due anni.

BENZINA NEL SERBATOIO

Dopo una lunga sosta è consigliabile estrarre la benzina rimasta nel serbatoio e sostituirla con del carburante nuovo. Il rischio dell’usare benzina ‘vecchia’, nei casi più gravi, è quello di compromettere i sistemi di alimentazione del veicolo.

PULIZIA GENERALE DEL VEICOLO

Nel pulire la polvere dal proprio veicolo è importante non utilizzare solventi o benzine, ma solamente shampoo e prodotti specifici per questo scopo. Per eliminare residui di grasso si usano in genere degli sgrassatori mentre per riportare la corretta lubrificazione dei cavi (frizione, acceleratore etc.) esistono sul mercato spray ad hoc.