CQC, novità in vigore da giugno 2014 (parte 2)

Eccoci al secondo appuntamento per scoprire insieme le nuove norme riguardanti la CQC, entrate in vigore lo scorso 4 giugno 2014. In questa seconda parte sono approfondite le modifiche nei programmi, sia teorico che pratico, della qualificazione iniziale.

Nella seconda parte di questo speciale dedicato alla CQC andiamo a scoprire le effettive modifiche applicate ai corsi – teorici e pratici - per la qualificazione iniziale. Le abbiamo riassunte per voi qui di seguito:

PROGRAMMA TEORICO DI QUALIFICAZIONE INIZIALE

Nel programma teorico cambiano:

- MODULO 2: “peculiarità del circuito di frenatura oleo-pneumatico, limiti dell’utilizzo di freni e rallentatori, uso combinato di freni e rallentatore, ricerca del miglior compromesso fra velocità e rapporto del cambio, ricorso all'inerzia del veicolo, utilizzo dei dispositivi di rallentamento e frenatura in discesa, condotta in caso di avaria». Il modulo diventa inoltre di 15 ore anziché 10;

- MODULO 3: “curve di coppia, di potenza e di consumo specifico del motore, zona di uso ottimale del contagiri, diagrammi di ricoprimento dei rapporti di trasmissione. Ottimizzazione del consumo di carburante». Anche questo modulo sale a 20 ore, da 10, e viene integrato con i ‘principi di eco-guida’;

- MODULO 4: “durata massima della prestazione lavorativa nei trasporti; principi, applicazione e conseguenze delle norme in materia sociale nel settore dei trasporti su strada; sanzioni per omissione di uso, uso illecito o manomissione del cronotachigrafo; conoscenza del contesto sociale dell’autotrasporto: diritti e doveri del conducente in materia di qualificazione iniziale e formazione permanente». Il modulo 4 scende a 30 ore rispetto alle precedenti 25 e può essere impartito non soltanto dall’esperto in materia di organizzazione aziendale, ma anche dell’insegnante di teoria;

- MODULO 5: si alleggerisce nella sezione dedicata alla “tipologia degli infortuni sul lavoro nel settore dei trasporti», inglobato nel modulo 7, e si esaurisce con le “statistiche sugli incidenti stradali, percentuale di automezzi pesanti/autobus coinvolti, perdite in termini umani e danni materiali ed economici”;

- MODULO 7: “capacità di prevenire i rischi fisici: principi di ergonomia: movimenti e posture a rischio, condizione fisica, esercizi di mantenimento, protezione individuale» acquisisce l’insegnamento su «tipologia degli infortuni sul lavoro nel settore dei trasporti», di competenza del medico”;

- MODULO 9: “capacità di valutare le situazioni d'emergenza: condotta in situazione di emergenza: valutare la situazione, evitare di aggravare l'incidente, chiamare soccorsi, prestare assistenza e primo soccorso ai feriti, condotta in caso di incendio, evacuazione degli occupanti del mezzo pesante/dei passeggeri dell'autobus, garantire la sicurezza di tutti i passeggeri, condotta in caso di aggressione; principi di base per la compilazione del verbale di incidente». Si riduce a 10 ore rispetto alle 20 precedenti”.

PROGRAMMA PRATICO DI QUALIFICAZIONE INIZIALE

Nel programma pratico varia soltanto il modulo 2, che sarà di una sola ora, ed il modulo 4 che verrà esteso a 60 minuti anziché 30.

Nel terzo articolo, disponibile ad una settimana dalla pubblicazione del presente, tratteremo le modifiche applicate alla Qualificazione Iniziale Accelerata.

.